Ultimi Articoli

Franck Provost lancia quattro nuove tinte per il 2014 - review

L'altro giorno stavo cercando di contare il numero di tinte di capelli fatte negli ultimi mesi, ma ve lo risparmio. Vi basti solo sapere che in tre mesi circa sono passata da bionda a castana chiara, da castana chiara a castana quasi scura e, infine, da castana scura a rossa.


Da tempo volevo tornare rossa come ai tempi delle scuole superiori, ma tutte le volte non trovato il coraggio, complice il nuovo lancio delle tinte ideate da Franck Provost, mi sono tuffata in questo ennesimo cambiamento.
Alcune settimane fa, ad un incontro insieme ad altre blogger, ho potuto conoscere meglio Franck Provost e la sua linea per capelli. Vi confesso che ho sempre visto i prodotti del marchio sugli scaffali, ma per qualche motivo non li ho mai acquistati, nonostante abbia un'amica che è una super sostenitrice del brand e non usa altro per domare i suoi ricci leonini.

Eppure sia la storia che la filosofia del brand sono molto accattivanti: prodotti studiati appositamente per le esigenze dei capelli da un uomo che non solo ama il suo lavoro, ma l'universo femminile in generale e che ha la capacità di conquistarle tutte con qualche parola detta nel modo giusto.

Insieme abbiamo esplorato tutti i nuovi trend arrivati dalle ultime passerelle: dalle trecce destrutturate, alle curve naturali fino a uno stile bohemien caratterizzato da colori particolari e fuori dagli schemi.

Proprio per inseguire queste nuove esigenze dettate dalla moda e da quello che vogliono le donne, Franck Provost ha lanciato quattro nuove tinte per capelli. Nuove non solo per i colori lanciati, ma anche per il nuovo applicatore a spugnetta che permette di creare riflessi e sfaccettature anche nella colorazione a casa.

Ovviamente non sono riuscita a resistere e ho testato subito la tinta il giorno dopo la presentazione, adoro i colori e non ho paura di osare sopratutto se ricoprono i miei gusti.


La mia scelta è ricaduta sul colore 5.50 castano chiaro mogano intenso, ma sono disponibili quattro nuove referenze. Solitamente tutte le tinte sono contraddistinte da due numeri tono e sottotono, in questo caso i numeri sono tre perché l'ultimo indica il riflesso che si andrà ad ottenere.

All'interno della confezione potete trovare un paio di guanti, la crema colorante, il latte rivelatore, la crema idratante e la nuova spugna applicatrice. Quest'ultima serve sia per miscelare il prodotto sia per applicarlo direttamente sui capelli, facilitando l'applicazione rispetto al pennello.


Infatti basta semplicemente immergere la parte obliqua nella miscela ed iniziare ad applicarla dall'attaccatura, dividendola in più sezioni, fino alle lunghezze. Sulle lunghezze è consigliato, come ci ha mostrato Franck Provost, applicare il prodotto stringendo le ciocche all'interno della spugna, sopratutto per chi ha i capelli lunghi. Infatti queste formulazioni sono state pensate anche per chi ha capelli particolarmente lunghi e desidera ottenere maggiore movimento attraverso i giochi di luce, inoltre non scivolano anche dai capelli più lunghi.


Nelle foto potete vedere il mio risultato finale fotografato al sole. Purtroppo non ho la base di partenza perché non si vedeva nulla, ma posso assicurarvi che l'effetto è davvero bello e i capelli sono rimasti lucidi e lisci. Dopo quasi un mese il colore è ancora brillante, ha scaricato solo nei primi due lavaggi e i capelli non sono ne disidratati o rovinati dalla colorazione.



Per l'applicazione vi consiglio di non aver paura di passare bene con il prodotto all'attaccatura anche con la spugnetta, io sono stata un po' titubante e infatti si nota lo stacco con il colore sottostante, un castano ormai sbiadito.

Tinta promossa? Assolutamente sì. Spugnetta promossa? Sì, ma devo farci l'abitudine. Provost

Guarda anche

0 commenti