Ultimi Articoli

Top Coat a confronto

Ci sono tre prodotti beauty che mi fanno impazzire: mascara, fondotinta e top coat. Questi tre prodotti non mi danno pace, non riesco a trovare quello perfetto, che mi fa dire 'io e te forever'. Si lo so, sono grandi problemi...capitemi.

Oggi vi parlo di top coat, ho pensato di fare un post cumulativo dove farvi vedere i prodotti che sto usando o che ho usato in passato. Credo che questo post faccia bene anche a me per chiarirmi bene le idee.

Micro premessa: io non sono una che regge molto lo smalto, sono capace di toglierlo anche dopo un giorno. Spesso poi, con il mio maledetto viziaccio da ex mangiatrice di unghie, mi faccio saltare lo smalto con i denti...diciamo tutte insieme: Brava Gi Brava. Quindi non mi sentirete mai dire 'Questo smalto mi è durato una settimana o più', proprio non resisto! Shame on me.


Partiamo dal celeberrimo Seche Vite, conosciuto e, forse, acquistato da tutte in qualche fiera cosmetica, nella speranza di pagarlo meno (anche se l'ultima volta il prezzo rispetto alla versione UV era il doppio, lasciam stare), oppure su QVC.

Questo top coat non altera in nessun modo il colore, anzi lo rende lucido e luminoso. Anche la tenuta
non è niente male e si asciuga in tempo veramente rapidi. Detto questo, c'è anche qualche piccolo difetto, partendo dalla difficile reperibilità.

Il Seche Vite è un top coat molto denso, mentre io preferisco quelli piuttosto liquidi, in modo da non trascinare lo strato di colore non ancora asciutto. Un'altra cosa che ho notato è la reazione del top coat nella zona delle cuticole: se con il pennellino e il prodotto ci si avvicina troppo alla zona cuticole, dopo qualche ora si forma una leggera pellicola bianca che si alza sfogliando lo smalto...quindi 'ciao ciao' a tutto.

Una cosa che non avevo mai notato, ma che ho scoperto dopo essere stata al Nail Bar in Rinascente, che il top coat è si un buon 'blocca tutto', ma tende ad irrigidire lo smalto (per questo è sconsigliato per alucne nail art che hanno bisogno della flessibilità dello smalto). Effettivamente ho notato anch'io questa cosa, più di una volta mi è capitato che si formassero delle crepe all'intenro del colore, con successivo peel-off dello smalto, e non riuscivo a capacitarmene...svelato il mistero.

Essence, mia cara, noi beauty addicted ti adoriamo. Sei economica, fai aumentare le nostre beauty collection, ma ci fai dir tante parolacce per come son conciati i tuoi stand, nonostante tutto...ti vogliam bene.

Questi top coat sono stra iper mega super famosi, probabilmene la mia review manco servirà, ma io ve la faccio comunque. Vi tocca sopportarmi!


I top coat appratengono alla linea Better Than Gel e sono nati per essere utilizzati con le tips, andando a ricreare l'effetto french che si ottiene con la riscostruzione in gel. Ecco delle tips chissenefrega, ma dello smalto top sealer no!

Entrambi i top coat di Essence sono veramente validi, la resa glossy l'ho notato sopratutto con i colori molto accesi e sui fluo, l'effetto gel è quasi reale. Lo smalto ha una consistenza fluida che ne permette una facile stesura e una veloce asciugatura, vi consiglio di non applicare due strati di topcoat, è un prodotto piuttosto corposo e rischia di non asciugarsi mai.


Sia per la versione classica che quella pimpata, la resistenza è abbastanza buona, come vi ho già detto ho poca resistenza, mi stufo velocemente del colore. Parlando della differenza di lucidità/lucentezza dello smalto effettivamente c'è un po' di differenza, l'high gloss è decisamente più lucido. Una cosa che ho notato, appalicando entrambi i top coat sulla stessa unghia, uno vicino all'altro, è che la versione normale tende ad esaltare i punti di luce all'interno dello smalto, mentre il secondo rende lo smalto lucido in modo uniforme.
La cosa che proprio non mi piace di questo prodotto è il packaging scuro, non riesco mai a capire a che punto sono arrivata dello smalto, ed è una cosa che mi fa infuriare. Dopo un paio di applicazioni entrambi i prodotti tendono ad addensarsi leggermente, niente paura l'effetto rimarrà intatto.

Ditemi la verità, e rincuoratemi, sarà capitato anche voi di acquistare o provare un prodotto e pensare da subito 'tanto non vale nulla.', ecco vi presento la mia cantonata in fatto di top coat: il top coat gel di Shaka.



Piccolo, economico e di vetro bello spesso che supera la prova le mille mille cadute dell'imbranata _Gi_, già qui partiam bene. Inoltre questo top coat ha una magnifica resa sulle unghie, bello liquido come piace a me, si stende senza problemi e asciuga in men che non si dica. L'effetto gel non è di quelli super fake, ma migliora sicuramente quello dello smalto applicato di base.

Io utilizzo sempre le goccine per l'asciugatura super fast, ma ho visto che con questo top coat non è necessario, superano anche la prova lenzuola, sono sicura che le smalto-addicted sanno bene a cosa mi riferisco.

Ah, un altro piccolo consiglio che mi sento di darvi, oltre a chiudere benissimo la boccetta dello salto, pulite la vite del top coat con un batuffolo e dell'acetone, eviterà di formarsi qull'antipatico strato di smalto rinsecchito che non permette la perfetta chiusura e ne velocizza l'addensamento.

Qual è il vostro top coat preferito? Accetto consigli.

_G_

Guarda anche

1 commenti

  1. Per me il migliore è il mavadry di mavala. Asciuga in un minuto scarso e protegge lo smalto per 4/5 gg. E io faccio un lavoro che sollecita molto le unghie, quindi lo testo scrupolosamente. Il seche vite mi si sfogliava puntualmente dopo neanche 2 gg

    RispondiElimina