Ultimi Articoli

TRATTATO SULL'ELICA

E' da un po' che non vi ammorbo con le mie paturnie cadute dal pero, ma oggi, care le mie fortunelle, è Il  giorno!

Tutte sappiamo cosa sia un'elica intesa come curva geometrica, giusto? (se la risposta è No, il signor Wikipedia sarà felice di colmare questa lacuna)
Ecco, che vi piaccia o no, l'elica è una presenza costante nel nostro quotidiano: le viti, le molle, i boccoli da Maria Antonietta e I TAPPI DEGLI SMALTI.
Si, anche li! 
Agisce nel buio indisturbata e non arreca danno nè provoca fastidio, finchè non vi trovate in mano uno smalto H&M di ultima generazione. Ed è proprio lì che ci casca l'asino (colpito alla testa da un santo precipitato dal cielo perchè reclamato a voce troppo alta).
Questi smalti fanno il loro figurone impacchettati, con i lori colori sgargianti e il loro design accattivante e perfettamente lineare, come insegna nonna Ikea.
Li guardi e loro sono perfetti, tutto combacia, NULLA è fuori posto.
Una volta a casa inizi un'analisi degna di un somelier: osservi il colore sotto tutte le fonti luminose che trovi, cerchi sottotoni e una catalogazione possibilmente inventata per il finish, apri la boccetta ed inali il proFUMO (tossico), lo provi e poi richiudi il tutto.
ORRORE E DISAPPUNTO.
Chiudendo, ti accorgi che il tappo non ferma il suo tragitto dove dovrebbe, ma prosegue fino a raggiungere una posizione completamente sfasata rispetto alla boccetta.

No, ehcheccavolo.

Improvvisamente quello smalto perde ai miei occhi metà del suo fascino e riporta alla mente l'esamerda di geometria 3d che comprendeva, guarda caso, tutte le formule possibile per calcolare qualunque cosa dell'elica.
Perchè io le ho dovute studiare, mentre i progetta-tappi-H&M no?! ç_ç
Quelle maledette hanno una lunghezza, la calcolate una volta e poi mai più!
Non ci sarà nessun professore bastardo a cambiare di qualche millimetro il diametro del collo della boccetta distruggendo il vostro lavoro, ve lo prometto. Nel caso dovesse esserci, ci penserò io stessa a punirlo. Giurin giurello.

Vi prego, ogni volta che chiudo il No Mambo Jambo sento una fitta al cuore, non penso di potercela fare...
Quindi, ora faccio un appello al settore che si occupa di "elicare" l'interno dei tappi: se mi pagate 2 euro per ogni smalto che vendete, ve lo sistemo io.
Giuro, la formula la so senza copiare dal vicino di banco.





*L*

Guarda anche

12 commenti

  1. ahahahah! comprendo benissimo il tuo disappunto :D

    RispondiElimina
  2. io ne ho parecchi di questi smalti, ma fino ad ora non mi è mai capitato che si richiudessero non in linea con la boccetta. sfacciata fortuna? spero di si... e che continui :3

    RispondiElimina
  3. A me succede anche con quelli Elf che in effetti hanno una forma simile -_-''

    RispondiElimina
  4. fantastico post.. e come darti torto!!

    RispondiElimina
  5. Per fortuna fino ad ora non mi è mai capitato con gli smalti H&M, ma con altre cose sì, e allora passo le ore ad avvitare, svitare e riavvitare nuovamente finchè non riesco a chiuderlo come si deve! :)

    RispondiElimina
  6. ahahhahah sono morta dal ridere! quanto odio i tappi quando fanno così >.<

    RispondiElimina
  7. :D fantastica!! Che dilemma: avvitare fino in fondo e lasciare storto o allineare e rischiare che lo smalto diventi un blocco?
    In questo momento ho capito l'utilità del tappo simil Chanel in due pezzi (oltre a non dover brandire un blocco di plastica per stendere il colore)!

    RispondiElimina
  8. Ahahaha non posso che concordare! Io li lascio allineati e spero di non dover spendere milioni di euro in thinner in futuro! :D Sono una casinista ma il mio Helmer deve essere ordinato in maniera maniacale! xD
    ps. No Mambo Jambo, No Mambo Jambo, No Mambo Jambo... :D

    RispondiElimina
  9. Che ti devo dire, sei una grande, geniale anche solo ad aver pensato una cosa del genere! ;)

    RispondiElimina